A huge collection of 3400+ free website templates www.JARtheme.COM WP themes and more at the biggest community-driven free web design site

UN CAMMINO DI SPLENDORE: IL MIRACOLO DELLA VISIONE

Un percorso filmico in quattro tappe a cura di Roberto Figazzolo, a partire da venerdì 29 aprile: la rassegna nasce nel solco del progetto Il Parco dello Splendore: Pavia, Certosa e Belgioioso sui cammini. Conoscenza, identità e scoperta di luoghi noti ed inediti, sostenuto da Regione Lombardia nell'ambito dei Piani Integrati della Cultura (PIC)


29 Aprile ore 18:30
Presentazione + La Ricotta

6 maggio ore 18:30 
Andrej Rublëv  

13 maggio ore 18:30
Il settimo sigillo,

20 maggio ore 18:30 
Il sentiero blu

I biglietti sono acquistabili: tramite la biglietteria online o presso o presso la biglietteria fisica del Cineteatro Politeama che apre mezz’ora prima di ogni proiezione e il Sabato e la Domenica dalle 15.30 alle 21:00

Biglietto singolo 4€ - Abbonamento 10€


IL PROGRAMMA


PRESENTAZIONE DELLA RASSEGNA
+ LA RICOTTA

VENERDÌ 29 APRILE ORE 18:30 
(Italia 1963) di Pier Paolo Pasolini (35')
Stracci, che “interpreta” come comparsa la parte del ladrone buono in un film sulla Passione di Cristo che un pretenzioso regista, impersonato da Orson Welles, che si autodefinisce marxista ortodosso sta girando su un enorme prato della periferia romana, è un sottoproletario perennemente affamato. La scena è ingombra di decine di membri della troupe e di comparse, che in mezzo alla scenografia “sacra”, alcuni ancora in costume da santo, ballano un twist scatenato. Quando la sua povera e numerosa famiglia lo va a trovare sul set, Stracci dona loro il cestino del pranzo che gli spetta in quanto attore per consentirgli di consumare un misero pasto in mezzo al prato, che assume il valore di una vera e propria eucaristia. «L’intenzione fondamentale era di rappresentare, accanto alla religiosità dello Stracci, la volgarità ridanciana, ironica, cinica, incredula del mondo contemporaneo» (Pasolini). Che fa riflettere.


ANDREJ RUBLËV

VENERDÌ 6 MAGGIO ORE 18:30
(URSS 1969) di Andrej Tarkovskij (185')
Il film, presentato fuori concorso al Festival di Cannes 1969, è una parabola sul senso dell'arte che vince sulla politica sanguinaria degli uomini. Le controversie tra le richieste della censura e la volontà del regista ne ritardarono l'uscita su ampia scala al 1971. Attuale


IL SETTIMO SIGILLO

VENERDÌ 13 MAGGIO ORE 18:30
(Svezia 1957) di Ingmar Bergman (95')
In un Nord Europa dove imperversano peste e disperazione tornano dalle crociate in Terra Santa il nobile cavaliere Antonius Block e il suo scudiero nichilista Jöns. Sulla spiaggia, al suo arrivo, il cavaliere trova ad attenderlo la Morte, che ha scelto quel momento per portarlo via. Block decide, per rimandare la sua dipartita, di sfidarla a scacchi e la Morte acconsente al rinvio. Trasposizione cinematografica della pièce teatrale Pittura su legno (Trämålning) che lo stesso Bergman aveva scritto nel 1955 per la sua compagnia di attori teatrali, il film fu presentato in concorso al 10º Festival di Cannes, vincendo il Premio Speciale della Giuria, ex aequo con I dannati di Varsavia di Andrzej Wajda.


SUL SENTIERO BLU

VENERDÌ 20 MAGGIO ORE 18:30
(Italia 2022) di Gabriele Vacis (90')
Un gruppo di giovani, 9 giorni e 200 chilometri da percorrere a piedi. Con loro educatori e medici. Una troupe leggera, mai invasiva. Né filtri né astuzie. Ciò che 'disturba' i cosiddetti ‘normali' è proprio l'estrema spontaneità di una comunicazione finalmente vera. "Se è impossibile allora si può fare": sulla Francigena questi ragazzi realizzano l'apparentemente impossibile. Grandioso.