A huge collection of 3400+ free website templates www.JARtheme.COM WP themes and more at the biggest community-driven free web design site

Mercoledì 28 marzo 2018 ore 16.00 e 21.00

Mercoledì 28 marzo 2018 ore 16.00 e 21.00

CINEMA e psicoanalisi

L’EAU FROIDE


di Olivier Assayas
interviene Vanna Berlincioni

GENERE: Drammatico
REGIA: Olivier Assayas
ATTORI: Virginie Ledoyen, Laszlò Szàbò, Cyprien Fouquet, Ludovic Berthillot
PAESE: Francia 1994
DURATA: 90'

 

TRAMA:
La versione integrale di un telefilm realizzato da Assayas per la tv francese diventa un film per il grande schermo. Siamo nel 1972 e due giovani commettono un furto. La ragazza è arrestata e condotta in un istituto correzionale. Dopo la fuga i due si ritrovano e si nascondono in un luogo abbandonato. Dalla critica dei Cahiers du Cinema alla macchina da presa come regista il passaggio non è sempre scontato. Già alla metà degli anni novanta però Olivier Assayas si conferma come una delle promesse del nuovo cinema francese. Ribelli senza causa, arrabbiati benché protagonisti delle loro vite e dai loro palcoscenici. Giustizia e violenza, il verbo "giurare" continuamente e premeditatamente usato e tradito, un'autorevolezza contrastata, quando non proprio ignorata. Il mondo dei giovani e l’anarchia. I cilum fumati in gruppo e le note di Knocking' on Heaven's Door. Le danze intorno al fuoco e la distruzione liberatoria di una casa abbandonata. Ma soprattutto il passaggio all'età adulta “scritto” su di un foglio lasciato volutamente bianco. La vita è nostra e nessuno potrà scriverla al nostro posto. Anche se per qualcuno la fuga continuerà ad essere probabilmente senza fine. Di rottura.

 

 

indietro