A huge collection of 3400+ free website templates www.JARtheme.COM WP themes and more at the biggest community-driven free web design site
  • Poli Testata Programma

IL VEGETALE 

Mercoledì 12 dicembre 2018 ore 16:00-21:00 

GENERE: Commedia
REGIA: Gennaro Nunziante
ATTORI: Fabio Rovazzi, Luca Zingaretti, Ninni Bruschetta, Paola Calliari, Rosy Franzese, Matteo Reza Azchirvani, Alessio Giannone
PAESE: ITALIA 2018
DURATA: 100'

TRAMA:
Assenza principale: la noia. Assenze secondarie: i tempi morti, un cinismo d'accatto, la cecità con la quale normalmente guardiamo al paese.

“Ho sempre desiderato fare cinema e tra le tantissime richieste arrivate quella di Disney era sicuramente la migliore che potesse capitare. Non partecipo alla scrittura, perché Gennaro è talmente bravo e io talmente inesperto, ma voglio imparare, osservare e capire come ci si muove dietro una macchina da presa per il grande schermo. Spero di apprendere molto per poi riuscire a fare un mio film, scritto e diretto da me. [Insomma] Dopo aver completamente rovinato la discografia italiana, mi sembra giusto rovinare anche il cinema.
Fabio Rovazzi ha ventiquattro anni, vive nella Milano "con vista sul futuro" che tutti conosciamo e si è appena laureato in Scienze della Comunicazione.
Poiché Fabio non è choosie, ma crede nell'etica di un impiego davvero utile alla società, e che metta a frutto i suoi tanti anni di studio, eccolo tentare un colloquio presso una grande azienda del Centro Direzionale che, poiché ha intuito i pregi del ragazzo, gli propone uno stage molto formativo...

La fiducia. Ecco il punto nodale di quest'ennesima opera di Gennaro Nunziante, la mente registica dietro i maggiori successi di pubblico della storia del cinema italiano: Sole a catinelle, Cado dalle nubi, Che bella giornata e Quo vado?
Eh sì, perché il 2017 è stato un anno terribile per le sale nel nostro paese. Gli incassi nazionali sono crollati di più del 40% e il motivo più evidente è stata proprio l'assenza (vi dice nulla questa parola?) dagli schermi di Checco, lo Zalone nazionale, che da solo proprio nel 2016 aveva con Quo vado? incassato qualcosa come quasi 66 milioni di euro.
Oggi Nunziante, dimostrando un certo coraggio, con Il vegetale tenta una strada nuova, e se Nicola, il coinquilino pugliese, ricorda alcuni personaggi interpretati proprio da Zalone, è al contrario su Fabio, che si concentra l'interesse del film.
Certo, se siete alla ricerca dello spaccato attendibile, del documentario impegnato, del ritratto generazionale avete sbagliato occasione, ma se invece vi interessa provare a capire che cosa si muove dietro ad un “fenomeno di massa”, se la parola youtuber non vi spaventa, se almeno una volta avete sentito alla radio “Andiamo a comandare”, allora Il vegetale fa per voi.
Ma chi l'ha detto che per ridere e pensare sia necessario frequentare sale cinematografiche differenti? Di speranza.

P.S.
qualcuno sostiene che a Rovazzi manchino i tempi comici che sono invece patrimonio di attori consumati come Zingaretti o Bruschetta. Ma voi avete mai pensato all'etimo della parola “consumati”?

 


 

 

Seguici su: